I Disturbi Specifici di Apprendimento

Risposte alle vostre Domande

I DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO: "GLI STRUMENTI COMPENSATIVI"

Quando l’individuo non è autonomo nello svolgimento delle richieste ambientali, e vi è accordo sulla loro utilizzazione da parte di utente, familiari e insegnanti.
Gli strumenti compensativi specifici sono: sintesi vocale, calcolatrice, correttore ortografico, lettore esterno, penne con impu-gnatura speciale, ecc, ovvero quelli che vicariano o ausiliano in modo diretto e specifico l’abilità di lettura/ortografia/grafia/numero/calcolo risultata/e deficitarie. Gli strumenti compensativi non specifici o funzionali sono: tavola pitagorica, promemoria verbi, sequenza giorni, sequenze mesi, quaderni speciali, testi con carattere più leggibile, ecc. ovvero quelli che vicariano o ausiliano abilità cognitive più generali (ad es. memoria procedurale; attenzione visiva, ecc).
Si. L’importante è selezionarli sulla base dei risultati ai test, del profilo funzionale, del metodo di studio/lavoro, delle preferenze soggettive e delle difficoltà pratiche del singolo.

Nota: la risposta alle domande formulate è stata elaborata in base a quanto raccomandato da:

  • Consensus Conference sui DSA promossa da AID (CC, 2007)
  • Consensus Conference sui DSA dell’Istituto Superiore di Sanità, Ufficio per le Linee Guida (CC, ISS, 2011)
  • Panel di aggiornamento e revisione della Consensus Conference sui DSA (PARCC, 2011)
  • Schema di Accordo tra Governo, Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano su “Indicazioni per la diagnosi e la certificazione diagnostica dei DSA (2012)
  • LEGGE 8 ottobre 2010 , n. 170 “Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico

Non hai trovato la tua Risposta?