I Disturbi Specifici di Apprendimento

Risposte alle vostre Domande

I DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO: "GLI ASPETTI VISIVI"

Fino a 4-5/10, dell’occhio migliore, no, poiché sappiamo che con questo visus c’è la possibilità di normale acquisizione del processo di lettura e semplicemente avvicinando il testo si può colmare il divario di acuità visiva
Nella diagnosi di esclusione, su richiesta dello specialista e quando si verificano le seguenti condizioni durante la lettura:
– ammiccamento frequente
– rotazione/inclinazione del capo
– avvicinamento o allontanamento del capo dal testo – verticalizzazione del testo per aiutarsi
– occhio arrossato
– lacrimazione eccessiva
– chiusura di un occhio
– accentuati movimenti della testa durante la lettura
– fotofobia
– vista annebbiata o che va e viene
– bruciore oculare
– cefalea frontale
– visione sdoppiata
– visione rosata
Al momento, non ci sono evidenze scientifiche in letteratura sulle tecniche di trattamento visivo. L’unico intervento facilitativo che consente di aumentare moderatamente la velocità di lettura è la riduzione dell’affollamento visivo, attraverso: l’aumento della spaziatura orizzontale tra i caratteri della parola (espansa); l’aumento della spaziatura verticale con l’interlinea (1,5); l’aumento della dimensione del carattere (16)
Oltre quanto già specifciato (domanda 55), si raccomanda di utilizzare:
– caratteri senza grazie, no corsivo, no sottolineatura
– font dedicati, ovvero: Trebuchet; Verdana; Courier; Tahoma; Century Gothic; Arial; Comics sans
– carta opaca / carta bianco avorio senza immagini di sfondo
– parole non spezzate nell’andata a capo
– allineamento a sinistra, con massimo 60-70 caratteri per rigo
– margini della pagina aumentati
– utilizzazione del leggio e/o verticalizzazione del testo
– buona illuminazione ed evitare fonti luminose fastidiose all’interno del campo visivo
– evitare testi fotocopiati
– utilizzazione del dito per seguire il testo
In questi casi è importante che:
– il bordo superiore del monitor sia allineato all’altezza degli occhi
– la frequenza di refresh deve essere superiore a 70 Hertz
– ridurre al minimo la differenza di luminosità fra monitor e ciò che si vede attorno

Nota: la risposta alle domande formulate è stata elaborata in base a quanto raccomandato da:

  • Consensus Conference sui DSA promossa da AID (CC, 2007)
  • Consensus Conference sui DSA dell’Istituto Superiore di Sanità, Ufficio per le Linee Guida (CC, ISS, 2011)
  • Panel di aggiornamento e revisione della Consensus Conference sui DSA (PARCC, 2011)
  • Schema di Accordo tra Governo, Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano su “Indicazioni per la diagnosi e la certificazione diagnostica dei DSA (2012)
  • LEGGE 8 ottobre 2010 , n. 170 “Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico

Non hai trovato la tua Risposta?